Your search results

Casa: ecco le novità introdotte dal decreto “Sblocca Italia”

Scritto da Ernesto_Rubolino il 7 ottobre 2014
| 0

sblocca italiaIl 12 settembre scorso è finalmente entrato in vigore il famoso decreto “Sblocca Italia”, il provvedimento voluto dal Governo Renzi per dare una scossa al Paese e alla nostra economia. Tra le molte novità introdotte, alcune riguardano espressamente il mercato immobiliare. Proviamo dunque a capire un po’ meglio di cosa si tratta e come le nuove regole potrebbero agevolare chi una casa già la possiede o anche chi, per esigenze abitative o di investimento, è intenzionato ad acquistarne una.

Compro, affitto e detraggo
La prima importante innovazione prevista dallo “Sblocca Italia” riguarda i soggetti che intendono acquistare una casa per poi darla in affitto a canone concordato per almeno 8 anni. In tutti questi casi, infatti, il decreto consente ai nuovi proprietari di detrarre dalle tasse (Irpef) una somma pari al 20% di quanto speso per acquistare l’immobile, fino ad un importo massimo di 300.000 euro. Ovviamente, per ottenere il beneficio fiscale, sono previsti alcuni limiti. In particolare è necessario che locatore e locatario non siano legati da rapporti di parentela di primo grado e che l’abitazione sia inseribile nelle classi energetiche A o B.

Accorpare o frazionare non è mai stato così facile
Una seconda importante novità è invece rivolta ai proprietari che intendono frazionare la propria casa in più unità abitative oppure, all’opposto, intendono riunire più unità abitative al momento separate.
Con il nuovo decreto, infatti, per portare a termine simili operazioni non sarà più necessario, come avveniva in passato, richiedere il “Permesso di costruire” e pagare il relativo contributo, ma sarà sufficiente effettuare una “Comunicazione di inizio lavori” (Cil) e versare i soli oneri di urbanizzazione, con un significativo risparmio di tempo e soldi.

Comprare casa pagando un affitto
All’interno dello “Sblocca Italia” sono infine previste anche alcune norme che potrebbero risultare utili ai tanti, soprattutto giovani, che negli ultimi tempi, non riuscendo ad ottenere un mutuo, hanno dovuto rinunciare al sogno di comprare una casa. Il Governo ha infatti deciso di ampliare le tutele previste per il cosiddetto “affitto con riscatto”, quel contratto di locazione che, dopo 7 anni, consente all’inquilino di acquistare l’immobile utilizzando una parte dei canoni versati mensilmente come anticipo sul prezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato.

  • Cerca altre proposte

    €0 a €1.000.000

    Mostra altre opzioni di ricerca
  • Calcola Mutuo

  • Email This Page