Finproject2 | Case e Appartamenti in Vendita a Sesto San Giovanni e dintorni

Giro di vite sugli affitti in nero

Scritto da Ernesto_Rubolino il 9 giugno 2011
| 0

affitti in nero

Una nuova legge garantisce sconti sul canone agli inquilini che denunciano una locazione non regolare

Nella sua guerra agli affitti in nero, l’Agenzia delle Entrate potrebbe presto disporre di un’arma definitiva. Il recente provvedimento che ha introdotto la cosiddetta “cedolare secca” (D. Lgs. 14 marzo 2011, n. 23, concernente “Disposizioni in materia di Federalismo Fiscale Municipale”) prevede infatti, a partire dal 7 giugno, anche un meccanismo piuttosto sottile ma efficace per incentivare chi vive in affitto con contratti in nero, contratti registrati per importi inferiori a quelli effettivi o finti contratti di comodato (formula spesso utilizzata per celare la locazione di un immobile) a trasformarsi in segugi al servizio del fisco. Come? Semplicemente generando un conflitto di interessi tra proprietario evasore e affittuario non tutelato.

I vantaggi per l’inquilino che denuncia
Quest’ultimo, infatti, viene incentivato a denunciare l’irregolarità attraverso un sostanzioso beneficio garantito a spese del proprietario dell’immobile. Segnalando il fatto all’Agenzia delle Entrate, l’inquilino vedrà il precedente rapporto di affitto regolarizzarsi con un nuovo contratto della durata di 4 anni più 4, il cui canone, ecco l’incentivo, sarà pari al triplo della rendita catastale dell’immobile abitato. In soldoni, un gran bello sconto.

A quanto ammonta l’evasione sugli affitti?
Secondo recenti calcoli fatti da alcune associazioni, infatti, in città come Roma e Milano i canoni garantiti agli inquilini-ispettori potrebbero ridursi anche del 70-90%. Dal canto loro, le casse dello Stato sperano così di veder rientrare almeno una parte di quel miliardo di euro incassato in meno ogni anno a causa, appunto, del fenomeno degli affitti in nero. Al momento, le attività di controllo condotte dall’Agenzia delle Entrate nella prima parte del 2011 hanno già fatto emergere più di 30.000 casi di evasione solo per l’anno 2006, ed accertato, per gli anni d’imposta 2004 e 2005, un’evasione Irpef pari a oltre 120 milioni di euro. Le attività ispettive dell’Agenzia procederanno poi di anno in anno nella certezza che, da qui in avanti, le cifre saranno destinate inesorabilmente a salire.

Per essere tranquilli… meglio regolarizzare
Data la situazione è dunque consigliabile non perdere tempo ed affrettarsi a regolarizzare eventuali rapporti di locazione in essere. Come sempre, però, la procedura richiede un po’ di esperienza, tempo e pazienza. Per questo, e soprattutto per non commettere errori, può rivelarsi utile contattare un’agenzia immobiliare che, se ben organizzata, saprà darvi tutte le risposte e l’assistenza necessaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato.

  • Cerca altre proposte

    €0 a €1.000.000

    Mostra altre opzioni di ricerca
  • Calcola Mutuo

  • Email This Page